Chiedere la certificazione urbanistica per il bonus facciate

Chiedere la certificazione urbanistica per il bonus facciate

La legge di bilancio 2020 ha istituito l’agevolazione fiscale definita “BONUS FACCIATE” (articolo 1, commi da 219 a 224, Legge 27/12/2019 n. 160).

Si tratta di una detrazione d’imposta, da ripartire in 10 quote annuali, pari al 90% delle spese sostenute nel 2020 per interventi – compresi quelli di sola pulitura o tinteggiatura esterna – finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti situati in determinate zone. Si precisa che la detrazione è esclusa per le facciate che racchiudono cortili o cavedi a meno che non siano visibili dalla strada o dal suolo pubblico.

La norma prevede quindi che condizione necessaria per avere diritto al “bonus” è che gli edifici siano ubicati nelle zone A o B (indicate nel Decreto Interministeriale 02 aprile 1968, n. 1444) o in zone a queste assimilabili in base alla normativa regionale e ai regolamenti edilizi comunali.

A tal proposito, la circolare esplicativa n. 2/E del 14.02.2020 dell’Agenzia delle Entrate precisa che l’assimilazione alle zone A o B della zona territoriale nella quale ricade l’immobile oggetto dell’intervento dovrà risultare dalle certificazioni urbanistiche rilasciate dagli enti competenti.

Si richiama inoltre la Nota del Mibact,  prot. 4961 del 19/02/2020, integrativa alla Circolare dell’Agenzia delle Entrate e che detta maggiori specificazioni in merito.

Al fine di facilitare l’interpretazione per l’applicabilità del “bonus facciate”, il Comune, vista la struttura e l’impostazione del Piano di Governo del Territorio vigente (P.G.T.), informa che gli Ambiti del P.G.T. assimilabili alle zone A o B (indicate nel decreto interministeriale pubblici n. 1444/1968) sono

  • l’Ambito del Nucleo di Antica Formazione (NAF) - ASSIMILABILE alla zona A di cui al D.I. n. 1444/1968;
  • le aree soggette a prescrizioni speciali, ovvero ricadenti all’interno delle Zone Agricole ma perimetrate Nucleo di Antica Formazione  (NAF) -  ASSIMILABILI  alla zona A di cui al D.I. n. 1444/1968;
  • l’Ambito con mantenimento dell’impianto architettonico, tipologico originario ricadente all’interno del Tessuto Urbano Consolidato (TUC) prevalentemente residenziale - ASSIMILABILE  alla zona B  di cui al D.I. n. 1444 del 1968;
  • l’Ambito di recente impianto urbanistico ricadente all’interno del Tessuto Urbano Consolidato (TUC) prevalentemente residenziale - ASSIMILABILE  alla zona B di cui al D.I. n. 1444 del 1968;

Per ottenere la certificazione urbanistica attestante che l’edificio ricade in ambito del P.G.T. assimilabile alle zone A o B di cui al D.I. n. 1444/1968, è possibile richiedere l'attestazione urbanistica.

Servizi

Per presentare la pratica accedi al servizio che ti interessa

Puoi trovare questa pagina in

Aree tematiche: Certificati e documenti
Ultimo aggiornamento: 09/06/2021 14:43.22